Ricciarelli di Siena

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 40 minuti
Note: + 1 ora per far riposare i ricciarelli

I piatti proposti da gustissimo per un menù toscano

Introduzione
Conosciuti in tutta Italia, i ricciarelli di Siena sono una delle numerose specialità che la Toscana può vantare in campo gastronomico. Questi fragranti biscottini a base di mandorle e dalla tipica forma ovale si preparano anche piuttosto facilmente e in breve tempo, per cui è un'ottima idea provare a realizzarli in casa.
Procuratevi i pochi ingredienti necessari (la ricetta dei ricciarelli di Siena richiede l'impiego di pochi ingredienti: mandorle, zucchero a velo, albumi, scorze d'arancia candite e per finire le ostie che vanno "attaccate" sotto ogni biscotto, sebbene questo passaggio non sia così indispensabile) e divertitevi seguendo tutti i nostri consigli per realizzare i biscotti secondo la vera e unica tradizione toscana!
Potete gustarli il pomeriggio inzuppandoli in una buona tazza di tè oppure servirli insieme ad un vino liquoroso, al termine di una cena dal menu che richiami – dall'antipasto al dolce – tutti i profumi e i gusti tipici di questa terra (la Toscana offre tantissimi piatti tipici fra cui scegliere!).
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare la ricetta dei Ricciarelli di Siena, la prima operazione da compiere è tritare le mandorle insieme a 200 g di zucchero a velo: mettetele quindi dentro un mixer insieme allo zucchero e frullatele finché non saranno ridotte in polvere.

A questo punto tritate piuttosto finemente anche le scorze di arancia candite (queste potete anche tritarle a mano) e tenete da parte il trito ottenuto.

In una terrina montate a neve fermissima l'albume per poi versarci, poco alla volta, la farina di mandorle ottenuta e le scorzette tritate. Mescolate bene e, quando il composto si sarà addensato, lavoratelo con le mani sul piano di lavoro fino ad ottenere una pasta perfettamente omogenea.

Ora formate un grosso cilindro e ricavate dal cilindro di pasta tanti biscotti, tagliandoli con un coltello e cercando di conferire a ciascuno essi quella forma ovale così tipica dei biscotti ricciarelli di Siena. Se necessario schiacciateli leggermente con le mani per appiattirli.

Una volta formati tutti i biscotti, disponete le ostie in una teglia e appoggiate un dolcetto sopra ognuna di esse. Coprite quindi i biscotti con un canovaccio e lasciateli riposare per almeno 1 ora.

Trascorso questo tempo, mettete la teglia nel forno preriscaldato a 160°C e fate cuocere i dolcetti per circa 15-20 minuti. Quando iniziano a creparsi in superficie, significa che sono pronti.

Sfornate i ricciarelli di Siena e lasciateli raffreddare, dopodiché disponeteli sul piatto da portata e spolverizzateli con i restanti 50 g di zucchero a velo. A questo punto potete servirli!
Accorgimenti
Quando si frullano le mandorle, è inevitabile che si riscaldino: e il riscaldamento farebbe perdere loro l'olio che contengono. Per evitare che questo accada ed ottenere quindi dei biscotti più morbidi, tenete le mandorle nel congelatore per una mezz'oretta, prima di frullarle. L'alternativa sarebbe tritarle a mano, ma sarebbe decisamente più faticoso e non si otterrebbe lo stesso risultato.

Il tempo preciso di cottura dei ricciarelli di Siena dipende dalla tipologia di forno in cui li cuocete: per evitare di bruciarli o di seccarli troppo, controllateli piuttosto spesso affinché non si imbruniscano e induriscano. Infatti questi biscotti non devono dorarsi molto in superficie: non lasciatevi trarre in inganno dal fatto che sono ancora un po' bianchi. Se si crepano, significa che molto probabilmente sono già cotti (e ricordate che devono restare belli morbidi).

Potete trovare le ostie nei negozi di dolci ben forniti oppure online. Tuttavia i ricciarelli di Siena si possono preparare anche senza ostie, per cui se avete difficoltà a reperirle semplicemente non mettetele!
Idee e varianti
Se volete dare un tocco personale alla ricetta originale dei ricciarelli di Siena potete rendere un po' più croccante la loro caratteristica consistenza molto morbida. In che modo? Ad esempio aggiungendo all'impasto 30 g circa di mandorle intere (o spezzettate in modo grossolano) e 50 g di pinoli! Altri ingredienti facoltativi che si possono unire a quelli previsti dalla ricetta originale sono miele, aroma di mandorle amare, sciroppo di glucosio, aroma alla vaniglia.

I ricciarelli di Siena sono un tipico dolcetto natalizio: risulta quindi molto appropriato prepararli in occasione di queste festività, magari servendoli al termine del pranzo di Natale con un bicchiere di vin Santo. Oppure potete confezionarli in piccoli pacchetti e regalarli ad amici e parenti: un buon dolcetto fatto in casa è un regalino molto affettuoso!
Fra l'altro potete regalarli anche ai vostri amici che soffrono di celiachia: basta rielaborare un po' la ricetta adattando la scelta degli ingredienti. Accertatevi di comprare dello zucchero a velo che sia completamente privo di glutine (deve riportare la dicitura). In alternativa, potete anche preparare lo zucchero a velo in casa, semplicemente frullando per bene in un mixer lo zucchero semolato.
Se vi serve della farina per il piano di lavoro mentre compiete queste operazioni, utilizzate solo farina di riso.
Osservando tutte queste regole sarete certi di preparare dei ricciarelli di Siena senza glutine!

I piatti proposti da gustissimo per un menù toscano

•Crostini di milza• •Pici alle briciole• •Buglione di agnello• •Ricciarelli di Siena•

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?