Paccheri ripieni

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 80 minuti
Introduzione
I paccheri sono un ottimo formato di pasta, tipico della tradizione gastronomica partenopea. Come prepararli per valorizzarli al massimo? Ma naturalmente ripieni! I paccheri ripieni sono un classico primo piatto di origine napoletana, ma ormai sono conosciutissimi in tutta Italia, vista la loro bontà. E sono perfetti da preparare in qualunque occasione, per ogni esigenza e gusto. Infatti il ripieno si può variare usando gli ingredienti che più si preferiscono. Noi abbiamo optato per un ripieno cremoso a base di ricotta, Parmigiano grattugiato e prosciutto sminuzzato: che ne dite? E la cottura/gratinatura in forno conferisce un aroma ancora più gustoso e saporito. Seguite la nostra ricetta dei paccheri ripieni (magari divertendovi a personalizzarla e variarla un po' a seconda dei vostri gusti) e lasciatevi incantare dalla prelibatezza di questo piatto!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
I paccheri ripieni andranno cotti in forno insieme alla besciamella e al sugo di pomodoro, per cui è proprio dalla preparazione del sugo che bisogna partire (per la besciamella regolatevi come volete: potete comprarla già pronta oppure prepararla a casa, magari la sera prima in modo che il giorno della preparazione dei paccheri non abbiate troppe cose da fare insieme).

Affettate finemente la cipolla e fatela soffriggere in una padella con tre cucchiai circa di olio extravergine d'oliva. Quando la cipolla inizia a dorare, aggiungete la passata di pomodoro, salatela e fatela cuocere a fiamma bassissima per 25 minuti.

Nel frattempo preparate il ripieno dei paccheri. Lavate e tritate finemente il prezzemolo e mettetelo in una ciotola, dove andrete a riunire anche gli altri ingredienti: la ricotta, il prosciutto sminuzzato, il Parmigiano grattugiato e le uova (per quanto riguarda le uova, è meglio sbatterle in un piatto prima di unirle al resto, così si incorporeranno meglio).
Salate, pepate e amalgamate bene tutto, lavorando a crema la ricotta insieme agli altri ingredienti.

Una volta che il sugo al pomodoro sarà pronto, potete mettere a cuocere i paccheri lessandoli in una pentola con abbondante acqua bollente salata: verificate il tempo di cottura riportato sulla confezione e cuoceteli solo per la metà del tempo indicato.

Mentre i paccheri stanno cuocendo, preparate la pirofila nella quale andrete a cuocerli in forno, scegliendone una che sia sufficientemente capiente. Versate metà del sugo di pomodoro sul fondo della pirofila e spalmatelo bene su tutta la superficie.
Scolate quindi i paccheri (come abbiamo detto, vanno scolati a metà cottura) e, dopo averli fatti raffreddare un po', farciteli: aiutandovi con un cucchiaino o con una sacca da pasticcere, riempiteli bene con il ripieno di ricotta e prosciutto. Ogni volte che ne farcite uno, mettetelo all'interno della pirofila.

Quando avrete farcito e disposto nella pirofila tutti i paccheri, copriteli con il restante sugo e quindi con la besciamella, spargendola uniformemente (i paccheri devono essere tutti perfettamente coperti, anche quelli che si trovano ai bordi della teglia).

Infornate in forno preriscaldato a 180°C per circa 20-25 minuti, sino a quando si formerà un'invitante crosticina dorata sulla superficie. Una volta pronti, fate riposare qualche minuto i vostri paccheri al forno ripieni, dopodiché serviteli!
Accorgimenti
Quando preparate il sugo di pomodoro, mescolatelo a più riprese e, qualora notaste che tende ad asciugarsi eccessivamente, diluitelo con mezzo bicchiere d'acqua calda.
Idee e varianti
Ottenere dei paccheri ripieni ancora più saporiti, ricchi e gustosi di quelli da noi proposti è semplicissimo: basta aggiungere al ripieno altri ingredienti a piacere, come delle olive tagliate a pezzettini oppure un po' di provola o di scamorza (o un altro formaggio a pasta filata) tagliata a piccoli cubetti. In ogni caso potete modificare il ripieno come meglio credete: ad esempio, invece del prosciutto potete usare della salsiccia sbriciolata oppure con un po' di fantasia si può realizzare una ricetta di mare mettendo dei gamberetti o del salmone!

Se siete vegetariani, sostituite il prosciutto della nostra ricetta con gli spinaci: i paccheri ripieni di ricotta e spinaci sono un classico intramontabile! Potete usare a vostro piacere sia spinaci freschi che surgelati: prima di unirli al ripieno dovrete cuocerli lessandoli in un po' di acqua salata, per poi scolarli, farli raffreddare, strizzarli bene e triturarli. Se volete preparare dei paccheri vegetariani un po' più originali, al posto dei soliti spinaci mettete dei funghi oppure del pesto!

E' possibile cucinare i paccheri ripieni anche senza mettere la besciamella. Naturalmente la besciamella aggiunge gusto e cremosità al piatto, rendendolo particolarmente succulento. Ma se non avete tempo di farla a casa e la besciamella già pronta che si compra al supermercato non vi piace, preparate una versione light di questo piatto: dei paccheri ripieni senza besciamella, coperti con il solo sugo di pomodoro. Per gratinare il tutto formando la classica crosticina croccante in superficie, cospargete lo strato di sugo al pomodoro con il quale avete coperto i paccheri con un'abbondante manciata di Parmigiano Reggiano grattugiato.

Viceversa, se non amate i paccheri ripieni in versione "rossa", eliminate dalla ricetta il sugo di pomodoro ed utilizzate solo la besciamella: naturalmente per dei paccheri in bianco ne servirà di più, per cui preparatene in abbondanza.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?