Triglie al forno

Non avete mai guardato il nostro profilo Instagram? È il momento di rifarsi gli occhi! Venite a trovarci!

Le triglie al forno sono un piatto semplice e dal gusto delicato: con le loro carni magre, tenere e dal caratteristico colore rosato, le triglie sono senza dubbio uno dei pesci più salutari.
Ma il fatto che siano povere di grassi e di calorie non significa che non siano gustose. Questi piccoli pesci hanno un sapore delicato e particolare e, soprattutto se li si condisce bene, si ottiene un secondo che riesce a soddisfare la gola con leggerezza e poche calorie. Inoltre, stiamo parlando un pesce che non richiede affatto una lunga cottura: anzi, è pronto in pochi minuti. Per cui questa ricetta è consigliata anche a chi va sempre di fretta! L'unico piccolo problema è che le triglie vanno naturalmente pulite prima di essere infornate e siccome sono pesci un po' piccoli potreste avere difficoltà a maneggiarle e pulirle velocemente, soprattutto se non siete abituati a pulire il pesce. Ma basta chiedere al pescivendolo di pulirvele per risolvere brillantemente il problema e non sprecare tempo una volta arrivati a casa!
Vediamo come cucinare le triglie al forno in modo rapido e veloce.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Prima di condire e mettere a cuocere in forno le triglie, dovete pulirle (se non le avete acquistate già pulite). La pulizia delle triglie non è così difficile come potrebbe sembrare: usando un coltello affilato dovete solo tagliare il ventre del pesce facendo un'incisione piuttosto precisa. Tirate fuori le viscere intere, dopodiché passate alla parte esterna del pesce squamandolo e tagliando le pinne. Per finire sciacquate bene tutte le triglie con acqua fresca e tamponatele con della carta assorbente.

Ora preparate il condimento sbucciando gli spicchi d'aglio e tritandoli finemente insieme al timo e al prezzemolo: mescolate bene il tutto, dopodiché unite un po' di olio extravergine d'oliva per rendere l'insieme più amalgamato. Cospargete le triglie con questo condimento (mettetene un po' anche all'interno dei pesci) massaggiandole bene. Per finire salatele e pepatele, sia dentro che fuori.

Disponete quindi le triglie dentro una teglia in precedenza rivestita con un foglio di carta da forno: completatele bagnandole con un filo d'olio, dopodiché cuocetele nel forno preriscaldato a 180°C, per un quarto d'ora circa. Una volta pronte, gustate subito ben calde le vostre triglie al forno!
Accorgimenti
La ricetta delle triglie al forno riuscirà meglio e vi darà più soddisfazione se utilizzate le triglie di scoglio: sono migliori di quelle di fango perché più saporite. Chiedete quindi esplicitamente al vostro pescivendolo questo tipo di triglia, che generalmente ha una colorazione rossa più intensa.
Idee e varianti
Le triglie al forno si possono cucinare e condire in tanti modi diversi: ad esempio, se volete gustarle in una versione ancora più profumata e sfiziosa potete prepararle con il limone.
Per le triglie al forno con limone vi serviranno dei filetti di triglia: potete acquistare i pesci interi e sfilettarveli a casa oppure, per fare meno fatica e risparmiare tempo, comprare dei filetti già pronti.
Una volta ottenuti i vostri filetti, passateli in un po' di farina disposta in un piatto, ricoprendoli in maniera uniforme. Oliate una teglia e disponetevi i filetti infarinati. Ora spremete il succo di 2 limoni: dopo averlo filtrato attraverso un colino, versatelo sopra i pesci, bagnandoli bene tutti. Salateli, pepateli e cuoceteli per circa un quarto d'ora nel forno preriscaldato, a 180°C. Durante la cottura, grazie anche alla presenza della farina si formerà una deliziosa salsina al limone che renderà le vostre triglie al forno ancora più appetitose!

Un'altra ottima variante delle triglie al forno arriva dalla Toscana: si tratta delle triglie alla livornese, che vengono cotte insieme al pomodoro, così da ottenere un irresistibile sughetto.
Ecco la ricetta: come prima cosa dovrete preparare un buon sugo al pomodoro, mettendo a cuocere 500 g di pomodori pelati (bastano per circa 1 kg di triglie) in un soffritto preparato con uno spicchio d'aglio schiacciato. Fateli andare finché non si saranno un po' addensati.
Nel frattempo pulite bene tutte le triglie (come abbiamo descritto nella preparazione principale).
Quando la salsa di pomodoro sarà pronta, mettetene un po' sul fondo di una pirofila, così da formare uno strato uniforme di sugo: disponetevi sopra le triglie, salatele, pepatele e copritele con la restante salsa. Infornate e fate cuocere il tutto per circa 20 minuti, a 180°C, nel forno già caldo.
Al momento di servirle, spolverate le vostre triglie al forno alla livornese con un po' di prezzemolo fresco finemente tritato: non dimenticate di accompagnarle con il pane, in modo che si possa raccogliere bene tutto il sughetto facendo la classica scarpetta!

La cottura in forno si presta benissimo anche ad un'altra modalità di preparazione: quella con gratinatura! Per la panatura utilizzate del pangrattato e un mix di erbe aromatiche scelte a seconda dei gusti: dovete solo tritarle finemente e unirle al pangrattato, aggiungendo anche sale e pepe. Potete anche unire uno spicchio d'aglio, sempre tritato molto finemente.
Una volta pulite bene tutte le triglie, massaggiatele da entrambi i lati con olio d'oliva, dopodiché passatele nella panatura, facendola aderire per bene dappertutto. Cuocete le vostre triglie nel forno preriscaldato a 180°C, sempre per 15-20 minuti. Servitele ben calde!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?