Castagne del prete

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 90 minuti
Note: + 1 settimana di ammollo in acqua e vino
Le castagne del prete sono una preparazione tradizionale, tipica della provincia di Avellino, spesso servite durante le festività natalizie. Se vi state chiedendo come fare le castagne del prete in casa, siete proprio nel posto giusto. Seguendo la tradizione le castagne del prete, procedimento piuttosto lungo che prevede settimane di preparazione, dovranno subire ben 3 processi prima di poter essere gustate. La ricetta in realtà è piuttosto semplice, ma alquanto laboriosa. Però una volta assaggiate queste delizie, sarete certi che ne sarà valsa la pena. Nello specifico per le castagne del prete, la ricetta casalinga prevede una breve affumicatura, poi una essiccazione in forno e infine, prima di gustarle, bisognerà lasciarle a bagno nell'acqua e vino per una settimana. Dunque dovrete organizzarvi bene con i tempi di preparazione, in modo da poterle servire nell'occasione in cui vorrete gustarle. Noi vi consigliamo di prepararle per il giorno di Natale: saranno un gradevole intermezzo tra le portate, che i vostri ospiti potranno gustare tra una chiacchiera e l'altra.

Dunque non perdiamo altro tempo e allacciamo i grembiuli: oggi vediamo le castagne del prete come si preparano e quali trucchetti le renderanno davvero perfette!

Ingredienti

•1 kg di castagne• Castagne •1 l di acqua• Acqua •200 ml di vino rosso• Vino rosso
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare le castagne del prete, per prima cosa praticate una piccola incisione sul lato piatto dei frutti utilizzando l'apposito strumento oppure un coltello a lama seghettata.
Dopo averle incise tutte e aver eliminato quelle bacate e rovinate, distribuitele su un graticcio e arrostitele con una fiamma viva sotto, ma tenendo la grata ben sollevata in modo che non si brucino. Dovranno risultare anche leggermente affumicate (all'incirca 20 minuti).

A questo punto togliete le castagne dal fuoco e fatele raffreddare completamente. Procedete poi a distribuirle su una leccarda ricoperta di carta forno, in un unico strato e senza accavallarle tra loro e fatele essiccare in forno a 120°C per 50-60 minuti. Le castagne, dopo questa fase, dovranno risultare secche e croccanti.

Fate nuovamente raffreddare del tutto le castagne e una volta fredde, immergetele in acqua e vino per 1 settimana.
In ultimo sgocciolatele bene e fatele asciugare su una gratella per circa 20 minuti.
A questo punto le vostre castagne del prete saranno pronte per essere sgusciate ed essere gustate!
Accorgimenti
La prima fase della ricetta, ovvero l'affumicatura, non è una vera e propria cottura, dunque la gratella non essere posizionata appena sopra alla fiamma, come si farebbe con le caldarroste, ma una ventina di centimetri al di sopra. Per effettuare questo passaggio potrete usare una fiamma libera oppure il barbecue.

Dopo la fase di essiccazione, assicuratevi che tutte le castagne siano effettivamente secche e croccanti, se qualcuna è rimasta morbida e umida, potrete proseguire la cottura in forno per altri 5-10 minuti, controllandole di tanto in tanto; oppure potrete consumarle subito. Non conservatele in dispensa in questo modo, perché l'umidità residua potrebbe far sviluppare eventuali muffe che andrebbero ad alterare anche il sapore delle altre castagne durante l'ammollo in acqua e vino.

Vediamo ora come conservare le castagne del prete. Una volta lasciate in ammollo una settimana in acqua e vino, queste dovranno essere subito consumate. Dunque se non necessitate di servirle tutte, eseguite le prime due fasi della ricetta (l'affumicatura e l'essiccatura) e procedete con l'ammollo solo con la quantità che vorrete servire. Le castagne del prete essiccate si conservano in dispensa, all'interno di un contenitore ermetico, per 3-4 settimane. Mentre come anticipato, le castagne messe in ammollo e poi asciugate a temperatura ambiente, andranno consumate entro la giornata.
Idee e varianti
Quella che abbiamo visto è la versione più classica delle castagne del prete fatte in casa. Ovviamente a piacere potrete arricchire la ricetta con alcuni ingredienti che ne varino il sapore. Ad esempio se non amate il sapore del vino con le castagne o se queste verranno servite anche a dei bambini, potrete procedere con l'ammollo di una settimana solo in acqua. Se invece volete che il sapore del vino sia più robusto, potrete lasciare le castagne in ammollo solo nel vino. Scegliete sempre un vino rosso con una discreta tannicità, come il Nebbiolo o il Sangiovese, sono quelli che si sposano meglio con il sapore leggermente affumicato delle castagne.

Se poi volete aggiungere alcuni sapori e odori, potrete affumicare le castagne insieme a dei rami di rosmarino ed essiccarle in forno aggiungendo anche degli spicchi di aglio e altro rosmarino.
Anche il vino in cui lasciarle immerse una settimana può essere aromatizzato. Ad esempio un buon abbinamento prevede di lasciare in infusione nel vino, insieme alle castagne, anche delle foglie di alloro e delle bacche di ginepro. In questo modo le castagne rimarranno leggermente aromatizzare.

Come anticipato, le castagne del prete sono una ricetta tipica del Sud Italia, preparata nel periodo delle feste, in particolare del giorno di Natale, quando si servono come gustoso stuzzichino tra una portata e l'altra. Ma ovviamente potrete gustarle anche durante tutto l'autunno, dovrete solo avere l'accortezza di metterle in ammollo una settimana prima di servirle.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?