Spaghetti di soia con gamberi

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 40 minuti
Quando si ha voglia di gustarsi una bella cenetta etnica, non c'è niente di meglio che preparare un buon piatto di spaghetti di soia con gamberi: facili da fare e gustosi, ma leggeri, mettono d'accordo un po' tutti!
In genere, per condire questi spaghetti, oltre ai gamberi si utilizzano anche delle verdure: non solo per dare più sapore, ma anche per dare più colore al piatto! Quando si parla di pietanze orientali, infatti, bisogna ricordare che anche l'estetica non va trascurata.
Nella nostra ricetta degli spaghetti di soia con gamberi abbiamo deciso di usare come verdura i peperoni, oltre ad un bel cipollotto fresco per fare il soffritto: e il risultato è eccezionale! La dolcezza dei peperoni bilancia perfettamente la sapidità della salsa di soia, ma naturalmente il profumo e il gusto dei gamberi, ingrediente principale del piatto, emergono sul resto!
Vi è venuta l'acquolina in bocca? Allora scoprite subito come si fanno gli spaghetti di soia con gamberi seguendo la nostra sfiziosa ricetta!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Con qualche piccola accortezza preparare bene gli spaghetti di soia con gamberi è piuttosto semplice. Iniziate preparando tutti gli ingredienti: tagliate il cipollotto a fettine sottili e sbucciate lo spicchio d'aglio (lasciandolo intero), dopodiché passate ai gamberi che vanno sgusciati e dai quali va eliminato il filo nero dell'intestino (per toglierlo dovete soltanto praticare un'incisione lungo il dorso del gambero con un piccolo coltello, per poi tirare via piano il filo nero che è facilmente visibile). Per finire, occupatevi dei peperoni: dopo averli lavati e asciugati, tagliateli a metà, togliete il picciolo e i semini interni. A questo punto tagliateli a bastoncini piuttosto sottili.

Ora che avete pronti tutti gli ingredienti, prendete una grande padella antiaderente e scaldatevi qualche cucchiaio di olio di semi di girasole. Dopo circa un minuto l'olio dovrebbe essere caldo: a questo punto mettete in padella le fettine di cipollotto e l'aglio. Mescolate in modo che i due ingredienti soffriggano bene e che l'olio di semi si insaporisca, dopodiché, quando il cipollotto sarà appassito e l'aglio leggermente colorito, togliete l'aglio e unite i peperoni.

Fateli andare a fiamma vivace, mescolando: passati 2 o 3 minuti, unite l'aceto di mele. Poco dopo incorporate anche lo zucchero di canna: mescolate e, quando lo zucchero si sarà perfettamente sciolto, aggiungete anche la salsa di soia.
Mescolate e fate andare ancora per circa 3 minuti, unendo all'occorrenza del brodo vegetale (se notate che il fondo di cottura si secca troppo): non è necessario cuocere troppo i peperoni perché è meglio che restino un po' croccanti.

Trascorsi i 3 minuti unite anche i gamberi e fateli andare per circa 4-5 minuti, girandoli a metà cottura: i gamberi non vanno cotti a lungo, se si vuole che restino belli morbidi (per non farli diventare gommosi consigliamo di non superare i 5 minuti di cottura). Spegnete quindi il fuoco: il vostro condimento è pronto.

A questo punto mettete a cuocere gli spaghetti di soia in acqua precedentemente portata a bollore, seguendo le indicazioni che trovate sulla scatola: anche per i tempi di cottura affidatevi a quanto riportato sulla confezione.

Una volta pronti e scolati, non vi resta che mettere gli spaghetti nella padella del condimento e saltare per bene il tutto: in questa fase potete anche aggiungere altra salsa di soia, in base ai vostri gusti (prima però assaggiate per non rischiare di ottenere un piatto troppo sapido e poco bilanciato). Servite ben caldi i vostri spaghetti di soia con gamberi: buon appetito!
Accorgimenti
Per cucinare gli spaghetti di soia con gamberi consigliamo di usare il wok, la padella più usata nella cucina orientale: con il suo fondo concavo e i suoi bordi alti è perfetta per saltare diversi ingredienti insieme, come richiesto dal passaggio finale di questa ricetta. Se non avete il wok utilizzate semplicemente la padella più grande e con i bordi più alti che avete a disposizione.

Visto che nella cucina orientale si cura molto anche l'estetica, l'abbinamento dei colori e la presentazione dei piatti, consigliamo di usare due peperoni di colore diverso: ad esempio, uno verde e uno rosso (o giallo). In questo modo, insieme al rosa aranciato dei gamberi, otterrete un piatto colorato e molto gradevole da vedere. Sempre per un discorso di carattere estetico siate inoltre precisi nel taglio dei peperoni: dovete ottenere tanti bastoncini il più possibile della stessa lunghezza e dello stesso spessore.
Idee e varianti
Se volete dare un tocco pungente al condimento dei vostri spaghetti di soia con gamberi, aggiungete al soffritto un pezzetto di radice di zenzero fresco tagliato a pezzettini.

Per preparare il condimento degli spaghetti di soia con gamberi abbiamo deciso di abbinare al pesce dei peperoni, ma naturalmente potete scegliere un'altra verdura (o più verdure) a piacere. Carote, zucchine, asparagi... La possibilità di scelta è ampia (le uniche accortezze da seguire sono tagliare le verdure a bastoncini sottili e non cuocerle troppo, perché devono restare croccantine)! Oppure, potete rendere ancora più orientale la ricetta preparando degli spaghetti con germogli di soia e gamberi: dovrete soltanto aggiungere circa 100-150 g di germogli di soia poco prima di unire in cottura i gamberi.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?