Putana

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 1 torta
Tempo: 70 minuti
Note: usate una tortiera del diametro di 24 cm
Introduzione
Non scandalizzatevi al sentir pronunciare questo nome! La torta putana non solo esiste veramente, ma è anche molto famosa in Veneto, la sua terra natia. Vicenza è la città dove questo dessert ha visto la creazione e, nel giro di poco tempo, è divenuto talmente famoso da essere proposto da numerosi ristoranti come fine pasto!
In realtà non esiste una sola ricetta della torta putana, poiché ci sono due versioni molto famose di questa torta: una si prepara con due farine (di mais e 00) mischiate insieme, l'altra invece non prevede l'uso della farina, ma è a base di pane raffermo ammorbidito nel latte.
Di seguito vi proponiamo la ricetta originale della torta putana con la farina di mais, ma alla fine troverete anche l'altra preparazione: vi consigliamo di provarle entrambe!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
La ricetta della torta putana è molto semplice: seguite alla lettera tutti i passaggi ed otterrete un dolce perfetto senza alcuna difficoltà!

Iniziate la preparazione versando il latte in una casseruola e mettendolo a scaldare. Nel frattempo, in una terrina mischiate le due farine, unendo anche il sale. Quando il latte giunge a ebollizione, spegnete il fuoco, versatelo in una ciotola e aggiungetevi la miscela di farine, versandole a pioggia e mescolando per bene con una frusta a mano, in modo che non si formino dei grumi.

Trasferite il composto nuovamente nella casseruola. Fatelo cuocere per circa un quarto d’ora a fiamma bassa, mescolando in continuazione durante la cottura: alla fine l'insieme dovrà essere morbido e omogeneo, con una consistenza abbastanza simile a quella di una polenta.

Una volta spento il fuoco, unite gli altri ingredienti previsti dalla ricetta della torta putana: la grappa, il burro morbido e tagliato a pezzettini, lo zucchero, l’uvetta, i fichi secchi e i gherigli di noce (entrambi tagliati a pezzettini) e per finire il lievito. Mentre aggiungete i vari ingredienti non smettete di mescolare.

Ora che l'impasto della torta è pronto, imburrate una tortiera e cospargetela con un po' di pangrattato. Versatevi quindi il composto e fatelo cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 40-45 minuti, sino a quando la superficie diventerà dorata.
Sfornate la torta e fatela raffreddare leggermente prima di servirla!
Accorgimenti
Ricordatevi di mescolare frequentemente quando fate cuocere il composto sul fornello, aiutandovi con un cucchiaio di legno dal manico lungo. Se notate che sta diventando troppo denso, aggiungete un po’ di latte.
Idee e varianti
Questa ricetta della torta putana può essere arricchita unendo anche della frutta candita a piacere, dei pinoli e qualche mela (usate preferibilmente le renette) tagliata a pezzetti (alcuni al posto delle mele usano le pere). Adattate la preparazione a seconda degli ingredienti che avete (o non avete) in casa!

La putana può essere gustata sia fredda che ancora tiepida: provatela in entrambe le versioni e scegliete quella che più vi piace. Molto adatta per colazione, questa torta può anche essere servita come dessert: in questo caso accompagnatela con una crema alla vaniglia.
Torta putana gentile: la ricetta della variante più famosa
Come abbiamo visto, quella appena proposta non è l'unica ricetta della torta putana. Ne esiste anche un'altra, un po' diversa per quanto riguarda la scelta degli ingredienti, ma altrettanto buona! Si tratta della torta putana gentile. A base di ingredienti poveri e dalla consistenza deliziosamente umida, è perfetta sia per colazione/merenda che come dessert dopo pranzo o cena. Per prepararla non serve la farina, ma occorrono: 250 g di pane raffermo, 800 ml di latte, 80 g di uvetta sultanina, qualche cucchiaio di rum, 180 g di zucchero,120 g circa di burro, 1 limone, 5 uova, 100 g di fecola di patate, 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci e un po' di pangrattato (da cospargere sulla tortiera).
Il procedimento è il seguente: prima dovete spezzettare il pane raffermo e metterlo in ammollo nel latte per almeno 4 ore (potete anche compiere questo passaggio la sera prima della preparazione, in modo da permettere al pane di stare in ammollo tutta una notte). Frullate quindi il tutto, possibilmente usando un frullatore ad immersione: otterrete una crema di pane e latte perfettamente omogenea che per il momento terrete da parte.
Preparate quindi gli altri ingredienti: come prima cosa mettete l'uvetta in ammollo in qualche cucchiaio di rum, in modo che si ammorbidisca e prenda nello stesso tempo il profumo del rum. Prendete una terrina e mettetevi lo zucchero: lavoratelo insieme a 80 g di burro ben ammorbidito a temperatura ambiente e tagliato a piccoli pezzettini. Quando i due ingredienti saranno amalgamati, unite anche la scorza grattugiata del limone e le uova, aggiungendole una alla volta e facendole assorbire per bene, mescolando con una frusta. Ora incorporate la fecola di patate setacciata insieme al lievito, prestando attenzione a non formare grumi. Aggiungete anche il composto di pane e latte tenuto da parte e l'uvetta. Mescolate bene e trasferite l'impasto in una tortiera imburrata con il restante burro e cosparsa di pangrattato. Il tempo di cottura (in forno preriscaldato a 180°C) è più o meno di 1 ora.
Quella che vi abbiamo appena riportato è la ricetta originale della torta putana, ma alcune delle varianti più recenti prevedono l'aggiunta di altri ingredienti come scagliette di cioccolato fondente, fichi secchi, mele a pezzetti o pinoli (un po' come succede con l'altra ricetta della torta putana). Il consiglio è quello di personalizzare la torta in base ai vostri gusti!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?