Coniglio alla cacciatora

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 55 minuti
5.0 2
Introduzione
Il coniglio alla cacciatora è una ricetta tipica di molte regioni dell’Italia soprattutto centrale, con varianti fantasiose anche nel Sud. Può essere arricchito a fantasia secondo i gusti e i segreti del cuoco.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Scaldate un tegame con due-tre cucchiai d’olio extravergine d’oliva. Soffriggete l’aglio privato dell’anima, la cipolla tagliata finemente, il peperoncino e le erbe aromatiche.
Fate rosolare il coniglio per qualche minuto rigirandolo per dorare tutti i lati. Sfumate col vino e con un filo d’aceto a fuoco medio-alto.
Abbassate il fuoco, aggiungete il pomodoro e mescolate. Portate avanti la cottura a tegame coperto per circa 45 minuti o comunque fino a che il coniglio non risulti ben cotto.
Accorgimenti
Per eliminare l’odore di selvaggina, potete tenere il coniglio a bagno con acqua e aceto per 30 minuti.
Se il sugo dovesse risultare troppo liquido, potete aggiungere un pochino di farina.
Idee e varianti
Potete arricchire il coniglio alla cacciatora con diversi ingredienti (olive nere, funghi, capperi, polenta…) o aromatizzarlo col brandy sostituendolo al vino bianco.
Inviato da Gustissimo.it il 07/10/2016 alle 15:01
Grazie per i suggerimenti Simone ;-)
Inviato da simone il 07/10/2016 alle 12:56
ciao io nel coniglio alla cacciatora metto il sedano carote e olive... a fine cottura consiglio di mettere il fegatino trittato insieme ai dei pomodori secchi lasciare cuocere 2 minuti vi farà una salsa veramente deliziosa
Inviato da ada il 11/02/2012 alle 00:24
il coniglio alla cacciatora è buonissimo se nel soffritto si aggiunge sedano , carota uvette pinoli e poi si aggiuge aceto in agrodolce
Inviato da matteo il 07/01/2011 alle 19:23
ciao il pollo alla cacciatora è una squisitezza originaria del dei contadini piemontesi dell'800; la base è la stessa del coniglio, con agginta di carote e un cucchiaino di farina, del visno rosso per condire. Il vino rosso è una variante per il pollo che farà la differenza
Inviato da enoteca online il 20/11/2010 alle 08:35
Io ho provato la ricetta aggiungendo delle carote tagliate a quadratini ed olive nere, il coniglio è risultato gustoso, in abbinamento ho degustato un Valpolicella Ripasso. Abbinamento eccellente.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?