Risotto con gamberi

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 40 minuti
Dei gamberi di ottima qualità e il fresco profumo del limone danno vita ad un primo piatto delicato e raffinato: il risotto con gamberi!
Preparato con i gamberi, il risotto è un vero classico fra i primi piatti a base di pesce: ci sono tanti modi per arricchirlo e renderlo più completo e sfizioso. Molti, ad esempio, abbinano ai gamberi le zucchine o gli asparagi, per un primo più gustoso, ma sempre molto tradizionale, visto che si tratta di accostamenti classici.
Se invece volete essere un po' più originali e fantasiosi, il nostro risotto con gamberi e limone non vi deluderà: profumato, fresco e anche bello da presentare, è il piatto ideale da servire per fare una bella figura con gli ospiti. Lo si può servire anche per i pranzi e le cene delle feste più importanti, come Natale e altre occasioni del genere.
A patto, naturalmente, di preparare il risotto a regola d'arte, seguendo tutti i passaggi giusti: in particolare tostandolo bene all'inizio e mantecandolo come si deve alla fine, a fuoco rigorosamente spento.
Scopriamo come preparare un risotto con gamberi perfetto e irresistibilmente cremoso, con ingredienti di prima qualità: ecco la ricetta!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
La preparazione del risotto con gamberi è piuttosto semplice e non vi ruberà molto tempo.

Iniziate dalla cottura dei gamberi: riempite una pentola d'acqua e portatela ad ebollizione. Intanto, mentre aspettate che arrivi a bollore, sgusciate i gamberi.
Quando l'acqua inizierà a bollire, salatela leggermente e immergetevi i gamberi: affinché si mantengano morbidi è necessario non cuocerli a lungo. Basteranno 4-5 minuti.

Trascorso il tempo di cottura, scolate i gamberi e tagliateli a pezzetti non troppo piccoli. Se volete potete tenerne alcuni interi per guarnire il risotto alla fine, al momento di impiattare.

Ora che i gamberi sono pronti, occupatevi del limone. Lavatelo bene, asciugatelo e grattugiate la scorza di metà dell'agrume, raccogliendola in un piattino. Tagliatelo quindi a metà e spremete il succo, che terrete da parte in un bicchiere.

Adesso potete iniziare a cuocere il riso. Prima dovete preparare un soffritto con lo scalogno: sbucciatelo, tritatelo finemente e mettetelo ad appassire in un tegame insieme a poco burro (circa 20 g). Aggiungete quindi il riso e mescolatelo facendolo tostare per qualche minuto.

Una volta ultimata la tostatura del riso, bagnatelo con il vino bianco e aspettate che l'alcol evapori. A questo punto potete unire il succo del limone (la scorza invece andrà aggiunta in un secondo momento): mescolate bene, dopodiché bagnate il riso con un poco di brodo. Da questo momento cuocetelo per il tempo consigliato sulla confezione, mescolando più volte (per evitare che si attacchi) e versando altro brodo quando quello aggiunto in precedenza si è asciugato.

Alla fine, quando il riso sarà ormai cotto, potete unire anche la scorza del limone e i gamberi tagliati a pezzi. Mescolate e assaggiate il riso: se occorre, regolate di sale e unite un po' di pepe, se vi piace.

Subito dopo aver unito i gamberi spegnete il fornello e mantecate per bene il risotto con i restanti 30 g di burro.
Una volta terminata anche la mantecatura, fate riposare un paio di minuti nel tegame il vostro risotto con gamberi, dopodiché impiattatelo (eventualmente decorando ogni piatto con i gamberi interi tenuti da parte).
Accorgimenti
Per ottenere un risotto con gamberi particolarmente saporito e dal profumo di mare più intenso, al posto del brodo vegetale usate un buon brodo di pesce!

Questa ricetta si può realizzare anche con dei gamberi surgelati: dopo averli fatti scongelare, procedete seguendo tutti i passaggi indicati sopra. La cosa più importante, a prescindere dal fatto di usare gamberi freschi o surgelati, è che si tratti di gamberi di prima qualità: ad esempio, quelli argentini sono perfetti.
Idee e varianti
Per preparare il risotto con gamberi potete anche seguire questo procedimento alternativo: invece di lessare i gamberi a parte, dopo averli sgusciati e tagliati a pezzetti fateli cuocere direttamente insieme al riso, unendoli a 4-5 minuti dal termine della cottura (così resteranno belli morbidi). Se preferite potete anche lasciarli interi.

Se volete servire il piatto in modo elegante, decorate il risotto, una volta impiattato, con un gambero intero, qualche zesta di limone e dell'erba cipollina finemente tritata.

La ricetta del risotto con gamberi che abbiamo appena visto è particolarmente fresca e sfiziosa grazie alla presenza del limone. Ma ai gamberi è possibile abbinare tanti altri ingredienti, per dare vita a svariate ricette: alcune più classiche, altre più fantasiose.
Ad esempio, è ottimo il classico risotto con gamberi e asparagi (cliccate qui per leggere la ricetta), ma anche quello con le zucchine (qui trovate la preparazione). Con i gamberi si abbinano molto bene pure i carciofi o gli spinaci: provate tanti accostamenti diversi, scegliendo gli ingredienti anche in base alla stagione!
In inverno, stagione delle arance, si può per esempio preparare un bel risotto con i gamberi e l'arancia: seguite la stessa ricetta sopra riportata, usando però l'arancia al posto del limone.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?