Pizzoccheri

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 50 minuti
Note: + 30 minuti di riposo dell’impasto
Introduzione
La nostra bella Italia è ricca di sapori unici che sono entrati a far parte della tradizione locale, e questo vale anche per la Valtellina. Questo luogo meraviglioso, oltre alle sue bellezze naturali e storiche stupisce anche a tavola con i suoi inconfondibili pizzoccheri.
I pizzoccheri fatti in casa sono una tipologia di pasta realizzata con grano saraceno miscelata con altri tipi di sfarinati.
I pizzoccheri di grano saraceno sono dall’aspetto molto simile alle classiche tagliatelle ma sono caratterizzati da un particolare colore grigiastro. La pasta dei pizzoccheri fatti in casa è un piatto tipico valtellinese, ma in particolar modo di Teglio, e sono anche molto popolari nel cantone svizzero dei Grigioni.
Bisogna però fare attenzione a non confondere i pizzoccheri valtellinesi fatti in casa dai pizzoccheri di Chiavenna che sono una particolare tipologia di gnocchi.
L’impasto dei pizzoccheri fatti in casa nel 2016 ha ottenuto dall’Unione Europea il riconoscimento di indicazione geografica protetta (IGP). Ma la sua storia ha origini antiche. Infatti, le prime fonti su questo particolare tipo di pasta risalgono al Settecento, periodo in cui nella Valtellina è stata introdotta la coltivazione del grano saraceno.
Non mancano, poi, gli eventi in cui sono proprio i pizzoccheri i protagonisti, tra cui troviamo il più celebre, il "Pizzocchero d'oro" che si tiene a Teglio.
Il termine “pizzoccheri” pare derivare da “piz” che significa pezzetto, ma anche dalla parola pinzare, ossia schiacciare, proprio dovuto alla particolare forma della pasta.
Questo tipo di pasta è perfetto per l’autunno e per l’inverno, da condire con ingredienti freschi e profumati come burro e salvia, ma si prestano anche alle ricette estive in cui possiamo spaziare con la fantasia.
Ideali per un pranzo domenicale in famiglia, i pizzoccheri sono molto apprezzati da grandi e piccini, che assaporano sapori autentici ad ogni boccone.
Per preparare la ricetta dei pizzoccheri fatti in casa occorrono pochi semplici ingredienti, facili da reperire, e non mancano le numerose varianti da realizzare con altri ingredienti che renderanno la ricetta altrettanto gustosa e saporita.
Dalla Valtellina a Gustissimo, ecco come preparare i pizzoccheri, striscioline di pasta a base di farina bianca e grano saraceno, particolarmente saporiti se accompagnati con ortaggi e verdure.
Seguiteci in cucina per questo speciale omaggio alpino da servire a tavola durante le occasioni speciali!

Ingredienti

•350 gr. di farina di grano saraceno• Grano saraceno •100 gr. di farina bianca• Farina •250 ml. di acqua• Acqua •1 pizzico di sale• Sale
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per cominciare la preparazione dei pizzoccheri fatti in casa mescolate insieme le due farine in un contenitore abbastanza capiente. Stemperate con l’acqua tiepida, aggiungete un po’ di sale e lavorate l’impasto fino a ottenere un composto sodo e omogeneo.
Coprite con un panno pulito e leggermente umido e lasciate riposare in un luogo fresco e asciutto per almeno mezz’ora. Trascorsi i 30 minuti, riprendete l’impasto, lavoratelo ancora un po’, quindi stiratelo con un mattarello, fino a raggiungere uno spessore di circa 3 millimetri, non di meno. Successivamente, servendovi di una rotellina, ricavate delle striscioline larghe circa 1 cm e lunghe 5 cm.
Man mano trasferite i pizzoccheri su un piano pulito, spolverizzandoli con della farina bianca in modo che non si attacchino tra di loro. Lasciateli quindi riposare per tutto il tempo in cui vi dedicherete alla preparazione del condimento. Infine lessate i pizzoccheri in abbondante acqua salata e condite a piacere.
Accorgimenti
Per velocizzare il taglio dei pizzoccheri, vi invitiamo a stendere la pasta e tagliarla per lungo a strisce larghe circa 5 cm; poi sovrapponete tali strisce (ricordandovi di infarinarle per non farle attaccare tra loro) e tagliatele a partire dal lato corto in striscioline di 1 cm.
Idee e varianti
La tradizione valtellinese suggerisce di accompagnare i pizzoccheri con verdure e ortaggi. Classico l’abbinamento con patate e verza che andranno rispettivamente ridotte a tocchetti e striscioline e poi lessate in abbondante acqua salata. Nella stessa acqua aggiungerete i pizzoccheri non appena le patate saranno pronte. Scolate, guarnite con pezzi di formaggio e qualche fiocco di burro e poi servite con aggiunta di pepe nero macinato. Se lo preferite, potete farli gratinare al forno in funzione grill per qualche minuto.
In alternativa, i pizzoccheri si possono preparare anche con tantissimi altri condimenti. Un esempio molto gustoso è quello dei pizzoccheri con funghi e besciamella, ma anche quella con salsiccia e radicchio, perfetto per richiamare i sapori tipici della montagna.
I pizzoccheri pur essendo un piatto della tradizione alpina sono ottimi anche da accompagnare a condimenti di mare, come un ragù di pesce, dal sapore più delicato.
Vi sono anche zone d’Italia in cui i pizzoccheri vengono conditi con burro e salvia, ma anche con erbe aromatiche e pepe.
I pizzoccheri sono un piatto ideale anche per la stagione estiva in cui solitamente si preparano con bieta e fagiolini.
È persino possibile trovare i pizzoccheri già pronti in alcuni supermercati, da sbollentare e condire a piacimento, ma come abbiamo visto la ricetta dei pizzoccheri fatti in casa è molto semplice e facile da preparare anche per chi non ha grande esperienza tra i fornelli.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?