Tegole valdostane

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 6 persone
Tempo: 30 minuti
5.0 3
Introduzione
Fragranza e croccantezza in Valle d'Aosta sono sinonimi di tegole!
Tranquilli, i vostri denti non sono a rischio: semmai lo è la vostra linea, nel caso non riusciate a moderarvi nel consumo di queste sfiziose cialde. Stiamo infatti parlando delle tegole valdostane, tipici biscotti regionali preparati con farina di mandorle e farina di nocciole! Sembra che la ricetta originale delle tegole valdostane sia nata come variante di quella di un antico dolcetto della Normandia.
Per fare questi croccanti biscotti dalla caratteristica forma incurvata (per questo motivo sono chiamati tegole) servono solo pochi ingredienti. Mandorle, nocciole, albumi, zucchero, poco burro e poca farina: nient'altro.
Divertitevi a prepararli con Gustissimo: vedrete che sarà un piacere sgranocchiarne qualcuno a colazione oppure a merenda, possibilmente insieme ad un buon tè caldo!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
La preparazione delle tegole valdostane è davvero semplice: in pochi e semplici passaggi avrete pronto l'impasto dal quale formare i biscotti.

La prima cosa da fare è mettere il burro a sciogliere a bagnomaria, per poi farlo raffreddare. Nel frattempo frantumate le nocciole e le mandorle fino a ridurle in polvere: per compiere quest'operazione velocemente è consigliato l'impiego di un frullatore o di un mixer.

Trasferite quindi le nocciole e le mandorle tritate dentro una capiente terrina: unitevi la farina bianca e lo zucchero e mescolate bene con un cucchiaio. Aggiungete anche il burro fuso tiepido o freddo e mescolate ancora.

A questo punto, in una ciotola a parte, sbattete leggermente gli albumi: non è necessario montarli a neve ben ferma, per cui potete tranquillamente usare una frusta a mano (non è indispensabile lo sbattitore elettrico) e sbatterli solo un po' facendo in modo che la loro consistenza resti abbastanza liquida. Aggiungeteli quindi al composto appena preparato, mescolando con una spatola per farli amalgamare bene, fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Il prossimo passaggio consiste nel formare le tegole: prima rivestite la placca del forno con dell'apposita carta oleata, dopodiché con un cucchiaio prelevate un po' di impasto alla volta e formate sulla placca tanti piccoli mucchietti. Assottigliate quindi ciascun mucchietto di composto appiattendolo con il dorso inumidito del cucchiaio, così da ottenere dei dischi sottili.

Terminato l'impasto e formati tutti i biscotti, infornate la leccarda nel forno già caldo e fate cuocere le vostre tegole dolci valdostane a 170-180°C, per 8-10 minuti, finché non le vedrete dorare leggermente in superficie.

Una volta sfornate, procedete con l'ultimo passaggio: prendete una tegola (facendo attenzione a non scottarvi, visto che questa operazione va effettuata con i biscotti ancora caldi) e adagiatela sopra un mattarello, in modo che possa prendere la forma incurvata che è così tipica di questi biscotti. Proseguite in questo modo fino a dare la forma a tutte le tegole, dopodiché fatele raffreddare e sgranocchiatele pure!
Accorgimenti
Solo un paio di consigli per una perfetta riuscita della ricetta delle tegole valdostane.
Primo consiglio: le mandorle e le nocciole devono essere tritate molto finemente, quasi ridotte in farina. Per questo vi consigliamo di utilizzare un mixer per frullarle: altrimenti al posto di tegole, vi ritroverete grossolani mattoncini! Se a casa non avete un buon mixer, né un frullatore oppure se semplicemente volete saltare questo passaggio per fare prima, acquistate della farina di nocciola e della farina di mandorle già pronte: dovreste trovarle facilmente entrambe in qualsiasi grande supermercato ben fornito.
Secondo consiglio: quando formate i mucchietti di impasto fate attenzione a distanziarli adeguatamente l'uno dall'altro (cuocendosi, le tegole valdostane si allargheranno un po': se le mettete troppo vicine si attaccheranno).
Idee e varianti
Se volete, provate ad arricchire l'impasto delle vostre tegole valdostane con un po' di scorza di limone grattugiata o con una bustina di vanillina. Ma soprattutto, se intendete servirle come dolcetto a fine pasto, consigliamo di accompagnarle con un ottimo vino bianco valdostano: magari con un Nus Malvoisie DOC!

Il burro non è un ingrediente indispensabile per una perfetta riuscita di questi tradizionali dolcetti valdostani: vengono bene anche senza. Non per nulla diverse ricette non includono il burro fra gli ingredienti: anche la farina bianca non è sempre presente. Gli unici ingredienti assolutamente necessari per preparare le tegole valdostane sono la farina di nocciole, quella di mandorle, gli albumi e lo zucchero: già solo con questi 4 ingredienti è possibile ottenere degli ottimi biscotti.

Se volete preparare le tegole valdostane senza burro, la ricetta da seguire è la stessa sopra riportata: dovete soltanto eliminare il passaggio relativo al burro. Senza di esso, i vostri biscotti verranno più croccanti e meno morbidi, ma soprattutto più leggeri: la preparazione senza burro è particolarmente consigliata a chi deve limitare il consumo di alimenti grassi.

Se al contrario volete dare un tocco ancora più goloso a questi biscotti, allora le tegole valdostane al cioccolato sono la variante che fa per i vostri gusti! Una volta pronte, intingete le tegole nel cioccolato precedentemente messo a sciogliere a bagnomaria, fino a ricoprirle interamente oppure per metà (come preferite). Adagiatele quindi su una gratella: potrete gustarle quando si saranno raffreddate e il cioccolato si sarà perfettamente asciugato.
Commenti
3 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 07/01/2014 alle 19:04
@Adriano: quello di Marinella è un ottimo consiglio, prova a immergere il cucchiaio nel latte.
@Marinella: grazie mille!
Inviato da marinella il 07/01/2014 alle 18:59
Adriano, prova ad appiattire il composto con un cucchiaio bagnato nel latte...funziona!
Inviato da Adriano il 03/12/2013 alle 19:07
Sono in difficoltà a spalmare la pasta delle Tegole Valdostane sulla carta oleata, mi potete suggerire gli strumenti ed un sistema facile.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?