Tiramisù classico

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 35 minuti
Note: + 1 ora e ½ di raffreddamento in frigorifero
5.0 3
Introduzione
Fra i tanti dolci della tradizione italiana, il tiramisù è considerato uno dei migliori: è il classico dessert con cui non si sbaglia mai, da sempre molto amato sia dai grandi che dai più piccini. Se volete preparare un dolce in occasione di una cena, ma non conoscete i gusti dei vostri commensali, non temete: con il tiramisù avrete la sicurezza di soddisfare tutti. Attenzione solo a rispettare la ricetta del tiramisù classico: di questo dolce, in effetti, esistono numerose varianti (da quelle light a quelle che prevedono l'utilizzo di frutta fresca e una bagna diversa dal caffè) che però non sempre sono gradite a tutti! Il vero tiramisù è uno solo e se volete andare sul sicuro vi conviene seguire la preparazione classica, che è proprio quella che potete leggere di seguito.
Un ultimo consiglio: preparatene abbastanza per il bis che sicuramente tutti vi chiederanno... Non ci resta che vedere la ricetta per fare il tiramisù classico!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per ottenere un tiramisù classico, la ricetta inizia dalla preparazione del caffè: è il primo passaggio da seguire in quanto il caffè deve avere tutto il tempo di raffreddarsi per bene. Dopo averlo preparato, quindi, mettetelo da parte a raffreddare.

Nel frattempo, dedicatevi alla realizzazione della crema al mascarpone. Prendete le uova e separate i tuorli dagli albumi, che andrete quindi a mettere in due ciotole distinte.

Unite lo zucchero ai tuorli e sbattete energicamente i due ingredienti con una frusta a mano (qualora non abbiate uno sbattitore elettrico). Smettete di sbattere solo quando otterrete una crema gonfia e piuttosto spumosa. Raggiunto questo risultato, incorporate il mascarpone poco alla volta, aggiungendolo a cucchiaiate e mescolando bene: per farlo amalgamare perfettamente ed ottenere una crema compatta e morbida potete anche sbattere il tutto nuovamente con le fruste elettriche.

A questo punto passate agli albumi: montateli a neve ben ferma nella loro ciotola a parte, insieme ad un pizzico di sale.

Ora, per ultimare la preparazione della crema, dovete semplicemente amalgamare i due composti: quello di tuorli, zucchero e mascarpone e gli albumi. Nel farlo è necessario stare attenti a non smontare gli albumi: trasferiteli quindi nella terrina della crema al mascarpone pochi alla volta, unendoli a cucchiaiate che andrete a mescolare con molta delicatezza, facendo lenti movimenti circolari orientati dal basso verso l'alto.

Una volta aggiunti gli albumi, la crema del tiramisù è pronta: iniziate ad utilizzarla per il vostro dolce versandone circa tre cucchiai sul fondo della pirofila che volete usare per il tiramisù (consigliamo di scegliere una pirofila di forma rettangolare). Distribuite bene la crema sul fondo della pirofila in modo da "sporcarla" uniformemente.

A questo punto, controllate il caffè: se è del tutto freddo potete iniziare a comporre il dolce. Seguite questi passaggi: dopo aver inzuppato alcuni savoiardi nel caffè adagiateli sopra il fondo di crema, creando uno strato uniforme. Coprite quindi i savoiardi con uno strato di crema, distribuendola per bene. Continuate così alternando uno strato di crema e uno di savoiardi inzuppati nel caffè: procedete in quest’ordine sino all'esaurimento degli ingredienti (tenete presente che l'ultimo strato dev'essere di crema), dopodiché coprite la pirofila con un foglio di pellicola trasparente e mettete il tiramisù in frigorifero, dove lo farete riposare per almeno 1 ora e ½.

Trascorso il tempo di riposo, al momento di gustare il tiramisù spolveratelo in superficie con il cacao amaro, ricoprendolo uniformemente.
Accorgimenti
La ricetta del tiramisù classico non è particolarmente difficile, ma affinché riesca bene richiede il rispetto di alcuni semplici accorgimenti.
Anzitutto, gli albumi devono essere montati alla perfezione: per ottenere un ottimo risultato separateli bene dai tuorli (se dovessero restare delle tracce di rosso non riuscirete a montarli bene) e lavate accuratamente le fruste con cui avete già montato tuorli e zucchero, prima di usarle per montare gli albumi. Naturalmente, visto che andranno consumate crude, le uova devono essere rigorosamente freschissime.
Un altro accorgimento importante da seguire consiste nel fare in modo che i savoiardi non rimangano eccessivamente molli: per questo motivo, prima di usarlo, dovete aspettare che il caffè in cui andrete ad inzupparli si raffreddi del tutto. E non bagnate troppo i biscotti: teneteli immersi nel caffè giusto per qualche istante. E' anche fondamentale che il dolce abbia il tempo di riposarsi un po' in frigorifero: i sapori si concentreranno rendendo il tiramisù ancora più buono.
Per finire, consigliamo di spolverare il cacao sul tiramisù solo all'ultimo momento, poco prima di servirlo: in questo modo manterrà un effetto vellutato e il dolce sarà decisamente più bello da presentare (anche l'occhio vuole la sua parte!). Seguendo queste piccole accortezze, la ricetta del tiramisù classico con savoiardi riuscirà alla perfezione!
Idee e varianti
Se desiderate aggiungere una nota di dolcezza, potete zuccherare a vostro piacere il caffè, prima di inzupparvi i savoiardi.

Volete modificare leggermente la ricetta del tiramisù classico, senza snaturarla, ma solo per renderla un po' più golosa? Vi consigliamo di aggiungere 100 grammi di cioccolato fondente a scaglie tra i vari strati, disponendole sopra ogni strato di crema (in alternativa alle scagliette di cioccolato può andare bene anche una leggera spolverata di cacao).
Tiramisù classico: la ricetta senza uova e quella con i pavesini!
Una delle modifiche alla ricetta classica del tiramisù che va per la maggiore è quella che non prevede l'impiego delle uova. Non tutti, infatti, si fidano ad utilizzare le uova crude: se in frigorifero avete delle uova prossime alla scadenza, è meglio optare per la versione senza uova. Vi basterà lavorare il mascarpone con lo zucchero, per poi unire della panna fresca ben montata nella quantità sufficiente ad ottenere una crema soffice al punto giusto.

Per finire, vi consigliamo come possibile variante anche il tiramisù classico con pavesini: la ricetta è sempre la stessa, ma al posto dei savoiardi si utilizzano i pavesini, più sottili e delicati!
Commenti
3 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 09/06/2016 alle 10:17
Buongiorno Regina! Certo, il tiramisù è talmente un classico che, a lungo andare, potrebbe anche "annoiare". Per questo, ti consigliamo di consultare anche le altre ricette che riguardano questo fantastico dolce, per esempio le versioni alternative alla Nutella, allo yogurt e alle varie tipologia di frutta. Mettiti alla prova e facci sapere come va! A presto :-D
Inviato da REGINA DELLA CUCINA il 08/06/2016 alle 18:56
Molto buono e delicato. Un po' devo dire , annoia
Inviato da sante il 30/01/2014 alle 18:55
chiara e semplice come si conviene a una ricetta classica

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?