Gamberoni al forno

Difficoltà:
difficoltà 1
Dosi: per 4 persone
Tempo: 15 minuti
5.0 2
Introduzione
Portare i gamberi in tavola è sempre sinonimo di una cena di classe. Il motivo è semplice: è un alimento abbastanza costoso (specie se si scelgono gamberi di qualità, cosa che vi consigliamo caldamente di fare), di quelli che non si consumano certamente tutti i giorni.
Nonostante non sia molto economico, il gambero ha però il vantaggio di essere veloce e semplice da preparare. E anche molto versatile: protagonisti di tante ricette (dagli antipasti ai secondi), i gamberi si possono cucinare in svariati modi...
Al forno, ad esempio: i gamberoni al forno che vi proponiamo di seguito sono un secondo prelibato, leggero e gustoso. Gli amanti del pesce non sapranno resistere alla semplice bontà di questo piatto.
Vediamo come cucinare i gamberi con la nostra ricetta facile e veloce! Per realizzarla potete utilizzare i gamberi oppure i gamberoni, a seconda delle vostre preferenze.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Ecco, dunque, la ricetta dei gamberoni al forno.
Come prima cosa portate la temperatura del forno a 180°C, in modo da riscaldarlo bene.

Mentre aspettate che il forno si scaldi, preparate il condimento che i vi servirà per i vostri gamberi al forno. Sciacquate bene un ciuffo di prezzemolo sotto un getto d'acqua fredda e sbucciate gli spicchi d'aglio.

Mettete sia il prezzemolo che l'aglio a frullare in un mixer, insieme ad un pizzico di sale, un po' d'olio extravergine e il brandy, così da ottenere un composto omogeneo. Se non avete il mixer utilizzate semplicemente un mortaio: in questo modo prezzemolo e aglio verranno triturati un po' più grossolanamente, ma andrà bene ugualmente per questa ricetta.

A questo punto passate ai gamberoni, predisponendoli per la cottura in forno. Prendete una capiente pirofila, oliatela leggermente e disponetevi i gamberoni, allineandoli uno accanto all'altro. Mettete quindi la pirofila in forno.

Trascorsi 5 minuti, sfornate la pirofila e cospargete i gamberoni con il condimento di prezzemolo e aglio che avete preparato. Introducete nuovamente la pirofila in forno e fate cuocere ancora per 5 minuti.

I vostri gamberoni al forno sono ora pronti per essere gustati! Serviteli caldi.
Accorgimenti
Come abbiamo visto nell'introduzione, questa ricetta non può riuscire bene se non si acquistano dei gamberi (o dei gamberoni) freschissimi e di prima scelta: fra le qualità più pregiate segnaliamo il gambero argentino e le mazzancolle.

Prima di essere cotti, i gamberoni devono essere sciacquati a lungo con acqua fredda, affinché vengano eliminati possibili sostanze che vengono usate per la conservazione. Questa accortezza è sufficiente come misura igienica. Tuttavia, se volete rendere più facile la vita ai vostri ospiti, potreste sgusciare e pulire i gamberoni prima di cucinarli. In questo caso, non dimenticate di rimuovere il budellino (ovvero l'intestino interno, quel "filo" nero che trovate sulla schiena). E' molto più semplice di quanto si potrebbe credere: dopo averli sciacquati bene, dovrete prima pulire esternamente i gamberi staccando la testa, le zampette e per finire il carapace. Ora potete procedere con l'eliminazione del filo nero. Per farlo prima praticate un'incisione lungo il dorso del gambero (aiutatevi con un coltellino affilato): a questo punto vedrete il filo nero. Potete quindi tirarlo via, cercando di essere decisi e delicati nello stesso tempo: vi consigliamo di aiutarvi con uno stuzzicadenti per facilitare ancora di più questa procedura.

Se non avete una pirofila sufficientemente capiente da contenere tutti i gamberoni, allora utilizzate direttamente la leccarda del forno (oliatela oppure rivestitela semplicemente con della carta da forno): perché possano cuocersi bene, infatti, è importante che i gamberoni non siano sovrapposti, ma che ci sia un minimo di distanza l'uno dall'altro.
Idee e varianti
Se volete variare un po' questa ricetta dei gamberi al forno potete sostituire il brandy con del whisky. E, per rendere il più piatto più profumato, al posto del classico prezzemolo potete usare del coriandolo. Se volete, aggiungete anche un po' di erba cipollina.

Se lo gradite, potete inoltre innaffiare il piatto pronto con un po' di succo di un limone (o eventualmente di lime). Al momento di servire, quindi, portate in tavola anche degli spicchi di limone, in modo che chi lo desidera possa spremersi un po' di succo sui propri gamberoni al forno.
Gamberoni gratinati al forno
I gamberoni al forno che vi abbiamo proposto sono semplici e leggeri: sono perfetti per chi vuole gustare al massimo il sapore del pesce. Ma possono diventare ancora più buoni se li gratiniamo con una stuzzicante e croccante panatura.
Delle tante ricette con i gamberi, questa è senza dubbio una della più diffuse e apprezzate.
Forse anche perché preparare i gamberi gratinati al forno è molto semplice (e la ricetta viene bene sia con i gamberi che con i gamberoni).
Prima preparate la panatura mischiando un po' di pangrattato con erbe aromatiche a piacere, scorza di un limone, aglio e prezzemolo tritati (chi non gradisce l'aglio può anche non metterlo), olio extravergine d'oliva e sale. A questo punto, dopo averli puliti bene, passate i gamberi nella panatura, ricoprendoli uniformemente. Cuoceteli quindi in forno preriscaldato a 180°C per circa 10-15 minuti (il tempo di cottura dipende dalla grandezza dei gamberi/gamberoni).
Commenti
3 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 13/04/2017 alle 14:45
Ciao Luisella! :-)
Puoi benissimo farli senza brandy!

Facci poi sapere se i tuoi ospiti hanno gradito ;-)
Inviato da luisella il 12/04/2017 alle 23:42
i miei ospiti non amano alcolici, cucinarli senza brandy è possibile?
Inviato da Oreste Bevilacqua il 06/04/2012 alle 14:34
Dico che è un ottimo piatto

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?