Vol au vent alla fonduta delicata di Raschera

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 60 minuti
Introduzione
Uno sfizioso e classico modo per assaporare gli splendidi vol au vent, qui presentati con una fonduta delicata di Raschera d'alpeggio piemontese. Una ricetta ideale per un gustoso aperitivo o un ricco antipasto, preludio di una grande cena.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Anzitutto tagliate a dadini piccoli il Raschera d'alpeggio, quindi mettetelo in una terrina.
Coprite il formaggio con il latte parzialmente scremato e lasciate ammorbidire il tutto per circa un'ora.
In un tegame, sul fuoco, sciogliete il burro e aggiungetevi il formaggio insieme a due cucchiai di latte.
Mescolate continuamente e regolate la fiamma affinché la crema non arrivi mai a bollore.
Quando il formaggio risulterà completamente sciolto, levate dal fuoco e, continuando a mescolare, aggiungete lentamente i tuorli d'uovo, il sale e il pepe bianco macinato.
Unite il tutto con cura fino a creare una bella cremosità omogenea, quindi togliete dal fuoco e riempite con cura i vol au vent precedentemente preparati.
Servite su ampio piatto da portata per antipasti, abbinando dei crostini di pane gratinato come guarnizione.
Accorgimenti
Per assaporare al meglio questo piatto e mantenere inalterate tutte le sue caratteristiche organolettiche, si consiglia di servire ben caldo in tavola. Potete utilizzare vol au vent già pronti o prepararli comodamente a casa con la pasta sfoglia tradizionale.
Idee e varianti
L'abbinamento ottimale di questa ricetta è un ottimo vino bianco fermo, come uno splendido Arneis doc piemontese.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?