Soufflé di asparagi e formaggio

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 60 minuti
Note: + il tempo di raffreddamento del composto
Introduzione
Il soufflé di asparagi e formaggio è un antipasto caldo dal gusto deciso e avvolgente, perfetto per il pranzo di Pasqua o per un pranzo della domenica. Facile da preparare e… speriamo che non si sgonfi!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Fate lessare per qualche minuto le punte di asparagi in acqua bollente salata, scolandoli quando sono teneri ma sodi.

Imburrate con una noce di burro uno stampo per soufflé e cospargetelo di pangrattato.

Preparate la besciamella.
Fate sciogliere il burro a fiamma bassissima e aggiungete la farina a pioggia mescolando con un cucchiaio e facendo attenzione a non formare grumi. Sempre mescolando aggiungete il latte a filo, portate a bollore e spegnete. Regolate di sale e insaporite con una grattata di noce moscata.

In una terrina unite l'Emmental tagliato a cubetti e le punte di asparagi a rondelle con la besciamella ancora bollente. Aggiungete infine il formaggio grattugiato, amalgamate bene il tutto e lasciate intiepidire.

Unite al composto di asparagi e besciamella cinque tuorli sbattuti, coprite con un canovaccio e lasciate riposare finché non si sarà raffreddato, mescolando di tanto in tanto.

In ultimo aggiungete sette albumi montati a neve, mescolate dal basso verso l'alto per non smontare il composto e versate il tutto nello stampo per soufflé. Cuocete in forno già caldo a 180°C per 25-30 minuti senza mai aprire lo sportello.
Servite subito.
Accorgimenti
Per un soufflé gonfio e soffice, gli albumi montati a neve ferma vanno incorporati mescolando sempre dal basso verso l’alto; affinché resti tale fino al momento di servirlo in tavola, non aprite mai il forno!
Idee e varianti
Nel soufflé non possono mai mancare besciamella o panna e latte per legare il composto, le uova e gli albumi montati a neve per “farlo gonfiare”. Detto ciò, potete sbizzarrirvi con i formaggi e le verdure che preferite a seconda della stagione e magari con qualche salsa per accompagnare: una fonduta o la classica bagna caôda per i soufflé di cardi, ricetta tipica della tavola autunnale piemontese.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?