Pignoccata alla palermitana

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 6 persone
Tempo: 40 minuti
5.0 2
Introduzione
A Palermo, una delle delizie più rappresentative del carnevale, è la pignoccata. Si tratta di mucchietti di palline di impasto, a base di farina, zucchero e uova, amalgamati insieme da una dolcissima glassa al miele e colorati da simpatiche codette. Solo a guardarli, mettono tanta allegria!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Dovrete iniziare a impastare la farina con le uova, aggiungendo metà dose di zucchero e incorporando, man mano, la scorza di arancia grattugiata.
Quando avrete ottenuto un impasto liscio e omogeneo, lavoratelo formando dei bastoncini affusolati, spessi circa 1 cm. Tagliate poi i bastoncini in tocchetti di massimo 2 cm, quindi adagiateli su un vassoio leggermente infarinato nell’attesa di completare l’impasto.
A questo punto non vi rimane che friggere in olio bollente i pezzettini d’impasto. Scolateli su carta assorbente.

Intanto fondete in un tegame capiente il miele, lo zucchero restante e l’acqua.
A fusione avvenuta, spegnete e versate nel tegame i pezzettini fritti.
Amalgamate per bene. Ungete abbondantemente un vassoio, perché, con l’aiuto di un cucchiaio, dovrete adagiarvi dei mucchietti di composto ancora caldo. Guarnite con codette colorate e trito di mandorle a pioggia e lasciate quindi raffreddare prima di servire.
Accorgimenti
Importanti alcuni suggerimenti:
- Sciogliete il miele e lo zucchero a fiamma dolce, per evitare che si bruci rapidamente;
- Lasciate dorare i pezzettini di pasta prima di prelevarli dall’olio di frittura;
- Siate veloci nell’amalgamare e poi posizionare i mucchietti di pignoccata sul vassoio, prima che si freddino.
Idee e varianti
Altrettanto golosa la versione messinese, che presenta una deliziosa glassa a base di cioccolato fuso: fondente o bianco, a voi la scelta!
Commenti
2 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 30/05/2014 alle 09:24
Grazie mille Cesare! E' un ottimo consiglio ;)
Inviato da cesare calcara il 27/05/2014 alle 19:51
Consigliere di non friggere in OLIO BOLLENTE bensì in olio extra vergine d'oliva appena caldo. Ciò per evitare l'iniziale assorbimento d'olio e la successiva durezza dei dadini. Avrete così una pignoccata friabile ed asciutta da ricoprire con miele - possibilmente agli agrumi - ed appena un mezzo pizzico di cannella in polvere.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?