Risotto ai funghi porcini con pentola a pressione

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 20 minuti
5.0 5
Introduzione
Cosa c'è di meglio di un ottimo risotto ai funghi porcini cucinato in pochissimi minuti? Sembra un sogno, ma non lo è! Basta tirar fuori la vostra amica pentola a pressione e avrete in un attimo un bel risotto caldo, cremoso e dal gusto irresistibile. In questo modo potrete preparare anche all'ultimo minuto un pasto degno di questo nome: rientrando a casa la sera stanchi dopo una lunga giornata di lavoro, potrete concedervi il piacere di una buona cenetta senza dover faticare ancora in cucina.
La ricetta del risotto ai funghi porcini con pentola a pressione è davvero semplice e veloce e naturalmente si può adattare a seconda dei gusti e degli ingredienti di stagione: con la pentola a pressione infatti potrete realizzare vari tipi di risotto a vostro piacere, non solo quello ai funghi (che comunque vi consigliamo di provare se avete a disposizione dei buoni funghi porcini freschi). Con l'ulteriore vantaggio di risparmiare sui consumi: la pentola a pressione, infatti, permette di velocizzare i tempi di cottura e questo naturalmente comporta anche un buon risparmio sui consumi del gas.
Cosa aspettate, quindi? Tirate fuori la pentola a pressione e provate la ricetta di questo classico e squisito risotto con funghi porcini!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare il risotto ai funghi porcini con pentola a pressione iniziate mettendo a scaldare il brodo in un pentolino, tenendo la fiamma bassa. Nel frattempo occupatevi della pulizia dei funghi. Per non rovinarli è meglio evitare di lavarli con acqua: spazzolateli semplicemente con una spazzolina, eliminando le tracce di terriccio. A questo punto, se necessario, strofinateli delicatamente con un panno leggermente umido, in modo da completare alla perfezione la pulizia.
Una volta mondati, tagliate tutti i porcini a fettine.

Ora sbucciate l'aglio e la cipolla e sciacquate bene il prezzemolo. Tritate finemente l'aglio e il prezzemolo, dopodiché tagliate la cipolla a fettine sottili. Mettete quindi il trito di aglio e prezzemolo e le fettine di cipolla a soffriggere nella pentola a pressione insieme al burro, senza però utilizzarlo tutto (lasciatene da parte un po' per la mantecatura finale).
Quando la cipolla comincia ad imbiondirsi, aggiungete i funghi. Mescolate bene, aggiustate di sale e aggiungete un pizzico di peperoncino. Versate il mezzo bicchiere di vino bianco e fatelo sfumare completamente.

A questo punto potete unire il riso: mescolate per farlo insaporire e, dopo un paio di minuti, versate il brodo ben caldo. Chiudete la pentola a pressione e lasciate cuocere il riso, dal momento in cui avvertite il fischio della pentola, per 6-7 minuti circa, tenendo la fiamma al minimo.

A cottura ultimata, spegnete il fuoco e fate uscire dalla valvola tutto il vapore. Aprite la pentola e aggiungete il burro che vi è rimasto, mantecando bene il risotto. Per finire, spolverate con del Parmigiano Reggiano grattugiato nella quantità gradita e mescolate per farlo amalgamare.

Come vedete, preparare il risotto ai funghi porcini con pentola a pressione è piuttosto semplice. Quando è pronto, lasciatelo riposare per qualche minuto, dopodiché servitelo ancora fumante!
Accorgimenti
Così come per il risotto cucinato "tradizionalmente", anche per una buona riuscita del risotto con pentola a pressione è indispensabile scegliere una buona qualità di riso: vi consigliamo di utilizzare possibilmente il riso Carnaroli.

Preparare il risotto ai funghi porcini con la pentola a pressione è davvero semplice, come avrete intuito leggendo la nostra ricetta: potreste però rendervi conto, al termine della cottura, che il riso non è ancora del tutto cotto. Se dovesse succedervi questo, per risolvere il problema unite in pentola un po' di altro brodo (di conseguenza è bene non usarlo tutto all'inizio, ma tenerne un po' da parte), richiudete e lasciate cuocere il risotto un altro paio di minuti.
Idee e varianti
Volete alleggerire un po' il piatto? In tal caso potete usare l'olio extravergine d'oliva al posto del burro.

Il risotto ai funghi porcini con pentola a pressione riesce particolarmente bene con i funghi freschi, che sono naturalmente più saporiti e profumati di quelli secchi e regalano al piatto un gusto pieno davvero unico. Se però non avete porcini freschi, potete usare anche quelli secchi in busta. In questo caso sarà necessario metterli a bagno per circa mezz'ora prima di usarli. Dopo averli strizzati bene, fateli ammorbidire insieme al soffritto aggiungendo un pochino d'acqua e seguite quindi tutti i passaggi della ricetta sopra riportata. Naturalmente, come ulteriore variante, al posto dei porcini potete scegliere un'altra varietà di funghi: ad esempio, perché non preparare un buon risotto con funghi champignon?

Anche con la pentola a pressione, il risotto ai funghi porcini si può preparare in vari modi: la ricetta proposta è quella di base, ma se volete potete arricchirla come più preferite. Ad esempio, aggiungendo della salsiccia sbriciolata (unitela al soffritto qualche minuto prima di mettere i funghi), della zucca tagliata a cubetti, dello speck a listarelle oppure un po' di zafferano.

Seguendo il procedimento di questa stessa ricetta, ma utilizzando al posto dei funghi altri ingredienti (come i piselli, le zucchine o dei pezzetti di patata) potrete preparare tanti altri ottimi risotti in una manciata di minuti!
Inviato da Gustissimo.it il 29/06/2020 alle 14:28
Ciao Donato, grazie della segnalazione! Nello scrivere la ricetta ci eravamo persi uno zero. I funghi necessari sono 500 g. Continua a seguirci, a presto :)
Inviato da donato il 25/06/2020 alle 22:38
Non sono pochi 50 g di porcini freschi? Forse sono da considerare secchi da ammollare.
Inviato da Gustissimo.it il 07/10/2015 alle 09:49
Ciao Cam! Se il risotto si è bruciato è possibile che tu abbia atteso troppo nella speranza di far raggiungere la pressione alla tua pentola, che poi non ha fischiato. Come indicazioni tieni presente che: solitamente con la pentola a pressione i tempi di raggiungimento cottura si riducono di un terzo; puoi favorire la pressione alzando la fiamma; è consigliato impiegare gli ingredienti nelle giuste dosi al fine di non rovinare la cottura e per non rischiare che ci sia, per esempio, più brodo che riso o viceversa.
Inviato da cam il 06/10/2015 alle 15:08
sono una neofita della pentola a pressione primo risotto bruciato...perchè?
5 min dal fischio o cmq dalla messa in pressione? la mia pentola non fischia si alza il dispositivo di sicurezza...io pensavo di dover attendere quello ma la pentola nn è mai andata in press e si è bruciato..help help
Inviato da ItalianMondays il 07/10/2013 alle 07:31
10 minuti di cottura mi sembrano un po' troppi! Io trovo che - raggiunta la pressione di 1 bar/15 psi - 5 minuti siano giusti per un chicco al dente e 6 minuti per un chicco tenero, fermo restando l'utilizzo di tecniche di rilascio rapido della pressione;

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?