Quesadilla

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 15 minuti
Introduzione
La quesadilla è una classica specialità messicana dalle origini molto antiche (risale al periodo coloniale): estremamente facile da preparare, ma di una squisitezza sorprendente! Potremmo definirla una sorta di versione messicana della nostra piadina romagnola: si tratta infatti di una tortilla di mais che si può farcire con ingredienti vari. Nella sua versione più semplice e comune l'unico ingrediente previsto per il ripieno è del semplice formaggio: del resto il nome stesso di questa specialità suggerisce di cosa si tratta, essendo formato dall'unione di "queso" (che in spagnolo significa formaggio) e "tortilla". Tuttavia è anche possibile arricchire il ripieno con molti altri ingredienti a piacere: soprattutto con carne e verdure. Il formaggio, in ogni caso, dev'essere sempre presente: altrimenti non sarebbe una quesadilla!
Molto diffusa in Messico dove rappresenta uno degli street food più consumati, questa squisita piadina è facilissima da preparare anche in casa (soprattutto se si acquistano le tortillas già pronte): di seguito troverete la ricetta originale, quella più semplice con il ripieno a base di solo formaggio!

Ingredienti

•4 tortillas• Tortillas •Queso blanco q.b.• Queso blanco •Queso oaxaca q.b.• Queso oaxaca •Salsa pico de gallo q.b.• Salsa pico de gallo
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana” .
Preparazione
Per preparare la ricetta delle quesadilla, dovete come prima cosa scaldare bene una padella: sceglietene una antiaderente, per evitare che la tortilla si attacchi. In attesa che si riscaldi, occupatevi del ripieno: prendete i due formaggi e tagliateli a pezzettini molto piccoli (l'ideale sarebbe grattugiarli), mischiandoli insieme.

Quando la padella si sarà ben riscaldata, disponetevi le tortillas: 2-3 per volta se state usando una padella capiente, una sola per volta se state usando una padella piccola. Scaldate velocemente le tortillas su un lato (se la padella è ben calda saranno sufficienti pochi secondi) dopodiché giratele e disponete sopra ciascuna di essa una manciata di pezzettini di formaggio. Dopo una decina di secondi chiudete ogni tortilla a metà, in modo da ottenere delle mezze lune. Fatele quindi cuocere giusto per un minuto (girandole di tanto in tanto): il tempo di riscaldarle bene su ambo i lati e soprattutto di far sciogliere il formaggio.

Una volta che il formaggio sarà sciolto e filante, portate in tavola le vostre "piadine" messicane e ricopritele con salsa pico de gallo nella quantità che desiderate. Gustatele ben calde!
Accorgimenti
Se non avete il tempo di preparare in casa le tortillas, potete acquistare quelle già pronte (si trovano facilmente nei negozi di alimentari sudamericani e anche in qualche supermercato ben fornito). Tuttavia, visto che la preparazione è piuttosto semplice, vi consigliamo di farle da voi! Preparate fresche in casa, le tortillas sono molto più buone e la ricetta è facile e veloce. Servono solo tre ingredienti: acqua, sale e farina di mais (quella specifica per tortillas da comprare in un negozio etnico: la farina che si usa per la polenta non va bene!). Per preparare più o meno 8 tortillas vi serviranno circa 250-260 ml di acqua, 170 g di farina di mais e 5 g di sale: è sufficiente mischiare il sale e la farina in un contenitore, unendo poco alla volta l'acqua e iniziando via via ad impastare bene il tutto, fino ad ottenere un composto ben compatto che si stacchi facilmente dalle mani. A questo punto ricavate dall'impasto 8 palline, che andrete a schiacciare e ad appiattire con le mani: dovete ottenere dei dischetti molto sottili (circa 1 mm di spessore). Per ottenere questo risultato aiutatevi eventualmente anche con un mattarello.

Sappiate che al posto della farina di mais è anche possibile utilizzare quella di grano: in alcune zone del Messico (soprattutto in quelle di frontiera e al Nord) le tortillas vengono preparate così.

La quesadilla va gustata rigorosamente calda. Se non consumate subito quelle che avete preparato, potete scaldarle anche nel forno normale o in microonde, poco prima di servirle.
Idee e varianti
Se volete cambiare formaggio per la vostra quesadilla, la mozzarella può andare più che bene: oppure un qualsiasi altro formaggio a pasta filata.

Questa leccornia messicana si può preparare anche in versione fritta: basta farcire le tortillas con il ripieno scelto quando sono ancora crude, per poi chiuderle bene e friggerle in abbondante olio ben caldo.

Volete preparare una quesadilla più ricca, con un ripieno particolarmente sostanzioso? In tal caso, oltre al formaggio, unite altri ingredienti a vostro piacere. Ecco un'idea: tocchetti di pollo, cipolla a fettine, listarelle di insalata e/o pomodori. Ma naturalmente potete scegliere altri tipi di carne e altre verdure, a seconda dei vostri gusti. Vanno bene anche i fagioli. Spesso, inoltre, questa specialità viene servita con una salsa di accompagnamento: e anche in questo caso ci sono diverse opzioni. Oltre alla salsa pico de gallo che vi abbiamo suggerito nella nostra ricetta (e che è a base di pomodori crudi tagliati a cubetti, cipolla cruda ad anelli, jalapenos sottaceto sminuzzati, sale e olio), vanno molto bene anche altre tradizionali salse messicane, come la guacamole oppure la enchilada.

Avete necessità di servire una variante vegana di questo piatto? Potete preparare un ripieno adatto ad una quesadilla vegana frullando del mais precotto insieme ad un paio di cucchiai di lievito in fiocchi e ad uno spicchio d'aglio. In questo modo otterrete un composto completamente vegano e molto gustoso da usare come ripieno, magari dopo aver spalmato sulla tortilla anche un po' di purea di avocado. Un'altra idea: farcite le vostre tortillas con dei funghi rosolati in padella, unendo della besciamella vegana preparata con latte di soia.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?