Vassilopita

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 8 persone
Tempo: 60 minuti
Introduzione
Aghios Vassilis (San Basilio) è l’equivalente del nostro Babbo Natale e in Grecia si festeggia il 1° gennaio. In questo giorno i bambini ricevono i loro doni e le famiglie allestiscono pranzi con ricette tradizionali.
La più importante e caratteristica è senza dubbio il vassilopita, un dolce cotto alla vigilia e mangiato a mezzanotte, seguendo un rituale antico e suggestivo.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Mettete in una ciotola i tuorli con lo zucchero e lavorateli con le fruste elettriche fino a ottenere un composto bianco e spumoso. Aggiungete il burro sciolto a temperatura ambiente, il succo d’arancia e il brandy (metaxa) e amalgamate tutti gli ingredienti con un cucchiaio di legno.
Fate cadere da un setaccio la farina e il lievito, sempre mescolando, e in ultimo la scorza grattugiata di limone e arancia.
A questo punto incorporate gli albumi montati a neve, lentamente e con attenzione.
Versate il composto in una tortiera da 26 centimetri, imburrata e infarinata, ricoprite la superficie di semi di sesamo e cuocete in forno già caldo per 30 minuti a 180°C.
Accorgimenti
Se volete dare al vassilopita una colorazione più vivida, spennellate la superficie con un uovo leggermente sbattuto prima di cospargerlo con i semi di sesamo.
Idee e varianti
Per entrare fino in fondo nella tradizione greca legata a questa torta, introducete nell’impasto una moneta d’oro o d’argento. Il rito vuole che la persona che la troverà nella sua porzione sarà accompagnata dalla fortuna per tutto l’anno.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?