Carciofini sott'olio

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 1 kg
Tempo: 40 minuti
Note: Dosi per 2 barattoli da 500 grammi
Introduzione
Preparare in casa i carciofini sott’olio, oltre a dare un’enorme soddisfazione, consente di conservare a lungo questi deliziosi prodotti della terra e di gustarli a piacere durante l’anno.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Pulite i carciofi ed eliminate le foglie esterne, tagliate le punte spinose e mozzate il gambo, quindi immergeteli in acqua e limone.

Fate bollire in una pentola l’aceto, il vino bianco, i chiodi di garofano e l’alloro. Aggiungete il sale e immergeteci i carciofi. Fate sobbollire a fuoco basso per circa 10 minuti dalla ripresa del bollore.

Disponete i carciofi su un panno pulito e fateli asciugare.

A questo punto potete invasarli completamente ricoperti d’olio extravergine, inserendo anche qualche grano di pepe. Chiudete ermeticamente i barattoli e conservateli in un luogo buio e asciutto per almeno un mese prima di consumare i vostri carciofini sott’olio.
Accorgimenti
Scegliete carciofi piccoli e più o meno della stessa grandezza. Dopo qualche giorno controllate i barattoli: a volte i carciofini “bevono” troppo olio e rimangono in parte scoperti; in tal caso aggiungete olio in modo da coprirli completamente.
Idee e varianti
Se amate i sapori piccanti, potete insaporire i carciofini sott’olio con del peperoncino. Provate ad aggiungere qualche foglia di prezzemolo!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?