Minestra di bianchetti

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 35 minuti
Introduzione
La minestra di bianchetti è un piatto tipico della cucina ligure, che varia di zona in zona seguendo le tradizioni locali.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Pulite il cavolfiore, dividete le cimette e fatele lessare in poca acqua salata. Unite l’aglio, eliminando l’anima, e irrorate d’olio, Fate cuocere per circa 20 minuti.
Nel frattempo pulite i bianchetti eliminando le impurità e sciacqua teli in acqua salata.
Aggiungete al cavolfiore i capellini, spezzandoli con le mani e fate cuocere. Unite i bianchetti e condite con maggiorana e pepe. Togliete la pentola dal fuoco appena riprende l’ebollizione e servite la minestra di bianchetti ben calda.
Accorgimenti
I bianchetti sono peschi neonati di sardina o acciughe. Per preservare la specie, ci sono alcune normative che permettono la pesca solo in alcuni periodi dell’anno; si trovano per questo anche congelati.
Idee e varianti
Potete preparare una minestra di bianchetti primaverile sostituendo al cavolfiore delle zucchine o dei pisellini.
Potete inoltre arricchirla con un uovo sbattuto da aggiungere subito prima di servire, com’è usanza di alcune zone della Liguria.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?